Museo di Arezzo d'Arte Medievale e Moderna - The Arezzo Museum of Medieval and Modern Art - Das Museum in Arezzo für mittelalterliche und moderne Kunst - Museo de Arezzo de Arte Medieval y Moderno

Il Museo di Arezzo d’Arte Medievale e Moderna : Un Viaggio nella Storia e nell’Arte – Per coloro che sono appassionati di arte e storia, una visita al Museo d’Arte Medievale e Moderna ad Arezzo è essenziale. Posizionato strategicamente nel centro storico della città, il museo è ospitato nel Palazzo Bruni Ciocchi in via San Lorentino 8, un edificio di grande importanza storica per Arezzo. Il palazzo, finanziato originariamente da Donato Bruni, figlio del noto umanista Leonardo Bruni, passò successivamente nelle mani della famiglia Ciocchi di Monte San Savino e poi ai Conti Barbolani di Montauto nel XVII secolo, che apportarono significative modifiche.

Storia del Palazzo

A partire dal XIX secolo, il palazzo divenne di proprietà del Granducato di Toscana, utilizzato come deposito per i beni soggetti al Monopolio di Stato e gli Uffici della Dogana, guadagnandosi l’appellativo di “Palazzo della Dogana”. Questo passato ricco e variegato rende la visita al Palazzo Bruni Ciocchi un’immersione storica, ripercorrendo i passi di dame, cavalieri, ecclesiastici e funzionari che hanno percorso questi spazi.

Il Museo di Arezzo di Arte Medievale e Moderna al Presente

Nel corso degli anni ’50, il Palazzo Bruni Ciocchi fu selezionato come sede del museo, inaugurato ufficialmente nel 1972. Occupando tre piani, il museo custodisce una collezione notevole di opere d’arte e reperti storici, includendo anche un laboratorio di restauro situato nell’antica limonaia. Le collezioni del museo sono profondamente connesse con la storia di Arezzo, molte delle quali originano dalle raccolte del Comune di Arezzo o della Fraternita dei Laici.

Contributo della Fraternita dei Laici

La Fraternita dei Laici, istituita nel 1262, ha svolto un ruolo fondamentale nel sostenere l’arte cittadina, finanziando varie opere, tra cui quelle di Giorgio Vasari. La loro influenza ha contribuito a preservare il legame storico di Arezzo con il suo passato glorioso.

Alla Scoperta del Museo di Arezzo d’Arte Medievale e Moderna

Il piano terra del museo espone rilievi, sculture medievali e rinascimentali, e frammenti architettonici. La sala adiacente è dedicata a sculture provenienti da chiese di Arezzo. Al primo piano, i visitatori possono ammirare una vasta gamma di dipinti, monete, armi, gioielli e affreschi realizzati da Spinello Aretino e suo figlio Parri. Il “Convito per le nozze di Ester e Assuero” di Giorgio Vasari, uno dei principali dipinti su tavola del ‘500, è esposto in uno dei corridoi del museo. La visita prosegue con una collezione di maioliche italiane e si conclude al piano superiore con una varietà di oggetti d’arte e armi datati tra il XVI e il XX secolo.

Informazioni Pratiche

Il Museo Statale d’Arte Medievale e Moderna di Arezzo è aperto giornalmente, ad eccezione del lunedì, dalle 8.30 alle 19.30, con ingresso gratuito. Il museo rappresenta una tappa cruciale nel percorso storico-culturale del centro di Arezzo.

B&B Poggio del Drago e la Prossimità al Museo di Arezzo d’Arte Medievale e Moderna

Il B&B Poggio del Drago, situato in prossimità della città di Arezzo e di altre storiche attrazioni, offre un ambiente accogliente e familiare, ideale per chi desidera immergersi nell’arte e nella cultura aretina. La sua posizione consente di esplorare facilmente luoghi di interesse come Piazza Grande, la Basilica di San Francesco, la Casa di Giorgio Vasari e naturalmente il Museo Statale d’Arte Medievale e Moderna. Poggio del Drago è un’ottima base per visitare anche altre città Toscane! Leggi di più sul nostro sito.

Il Centro Storico di Arezzo

Nel cuore storico di Arezzo, il Museo d’Arte Medievale e Moderna è circondato da scorci suggestivi e piazze animate, offrendo un’immersione autentica nell’atmosfera di una città dalla lunga storia.

Prenota online al miglior prezzo garantito!

  • +39 331 549 8767

  • +39 331 549 8767

  • info@poggiodeldrago.it